Prev Next

Sono arrivate le prime due brinate e parte il radicchio di Treviso Igp. Lunedì il “Radicchio d’oro” a Castelfranco Veneto

radicchio_oroSono arrivate le prime due brinate, che hanno magicamente avvolto il radicchio rosso tardivo di Treviso, permettendogli di presentarsi come Igp. Lo prevede esplicitamente il disciplinare: “Le operazioni di raccolta del radicchio rosso di Treviso si effettuano a partire dal primo novembre e comunque dopo che la coltura abbia subito almeno due brinate per favorire la colorazione rossa delle pianta”. Brinate ce ne sono già state più di due: forti, intense, tanto che i radicchi sono in questo momento splendidi. Paolo Manzan, presidente del Consorzio di Tutela: “Saranno veramente radicchi d'oro quest'anno, ci sono tutte le condizioni. Equilibrata la quantità e soprattutto la qualità. Iasella2Sento nell'aria “tanta positività” per una stagione che potrebbe essere potenzialmente meravigliosa; è un sentimento che si avverte sentendo produttori e operatori. Il radicchio di Treviso potrebbe riservare veramente grandi soddisfazioni, così come si annuncia una bella stagione per il variegato di Castelfranco”. Ne sono fermamente convinti a OPO Veneto, organizzazione di produttori specializzata nel “pacchetto radicchi” ortaggio di punta, che “fa la differenza”, e dove “spiccano” il radicchio di Treviso ed il variegato di Castelfranco Igp. Dunque, c'è una grande attesa attorno ai radicchi di Treviso e di Castelfranco, ma il “cielo” è sostanzialmente sereno per tutti i radicchi veneti Igp; c'è solo da sperare, a questo punto, che il clima si mantenga favorevole, perché è il tempo il signore che, alla fine, detta legge sull'andamento agricolo e dei raccolti in particolare. Intanto tutto è pronto per il “Radicchio d'oro” in programma lunedì 16 novembre a Castelfranco Veneto nell'hotel Fior, presente miss Italia Alice Sabatini che per l'occasione sfoggerà una splendida corona di radicchi, gioielli della terra veneta. La serata si annuncia regale: saranno presenti stelle di prima grandezza del mondo della cultura, delle sport, del giornalismo, dello spettacolo, della televisione, del cinema, dell'imprenditoria agricola. Una novità quest'anno: “Il premio radicchio d'oro per la sostenibilità e l'innovazione”, con il quale si vuol sottolineare come la salubrità del territorio sia la maggiore garanzia della sicurezza di un prodotto” e come “coltivare la biodiversità diventi un fattore vincente”. In fondo, questo è il messaggio che si vuole dare, commenta Cesare Bellò, consigliere delegato di OPO Veneto: “Il grande successo dei radicchi veneti e in particolare dei tardivi Igp di Treviso, “d'oro” sotto tutti i profili, è dovuto alla passione con cui i produttori li coltivano, attenendosi a buone pratiche agricole e facendo grande attenzione alla sostenibilità e alla biodiversità”. Il “Radicchio d'oro per la sostenibilità e l'innovazione” sarà ritirato da Giuseppe Iasella, responsabile nazionale del settore Ortaggi di Coop Italia, catena leader della Gdo nazionale, Grande distribuzione organizzata e punto di riferimento nella promozione e valorizzazione dei prodotti del territorio, coltivati con pratiche sostenibili. I magnifici chef dei “Ristoranti del radicchio”, consorzio presieduto da Egidio Fior, si esibiranno, in una inedita serie di piatti, dai primi, ai secondi, al dessert, ai dolci e al gelato, tutti focalizzati sul tema radicchio.
Angelo Squizzato

Foto: Responsabili di reparto settore ortofrutta di Coop Italia "Amici della biodiversità", artefici di un importante percorso di comunicazione del binomio radicchio/territorio verso il consumatore.
Giuseppe Iasella, Coop Italia.

test

VISITA

I responsabili dei reparti ortofrutta di Coop Italia visitano periodicamente
le aziende produttrici, testando da vicino il valore del prodotto, diventando
così, testimonial della qualità del territorio in maniera motivata e consapevole.

PV COOP

ristoranti

I Ristoranti del radicchio al galà Miss Italia 2015.

Premio "Radicchio d'oro", patron Egidio Fior, è in programma lunedì 16
nell'hotel Fior di Castelfranco.
madrina della serata: Alice Sabatini, Miss Italia 2015.

Condividi su

I commenti sono chiusi