Prev Next

Ciliegie di Marostica IGP: si intensifica la difesa integrata dalla Drosophila Suzukii

ciliegie_marosticaSulle colline vicentine delle ciliegie Igp di Marostica ci si sta preparando per una lotta integrata più efficace e mirata contro la Drosophila Suzukii, il terribile moscerino che nelle passate stagioni ha compromesso parte della produzione.  Su iniziativa del Consorzio di tutela della ciliegia Igp di Marostica, presieduto da Mariangela Crestani, e di Opo Veneto, presieduto da Adriano Daminato,  martedì 28 marzo alle 20, è in programma un convegno a Pianezze (VI) che riguarderà specificatamente la difesa integrata dalla Drosophila Suzukii. I lavori cominceranno alle 20 nel Centro Polifunzionale di Pianezze (VI). Relatore Lorenzo Tonina, ricercatore del Dafnae (Dipartimento di Agronomia, Animali, Alimenti, Risorse naturali e Ambiente) dell'Università di Padova. Sarà fatto il punto sui mezzi e sulle strategie disponibili per tutelare le ciliegie, uno dei frutti particolarmente attaccati dall'insetto, che si distingue per l'elevata forza  riproduttiva e per la capacità delle femmine di deporre le uova dentro i frutti sani danneggiandoli gravemente. La ricerca punta sempre più sulla lotta integrata e sostenibile, “percorso obbligato”  per la tutela dell'ambiente e dell'ecosistema. In questa direzione si sta muovendo la frutticoltura e in particolare la cerasicoltura. Il produrre sano in un ambiente sano è diventato un dovere oltre che una opportunità economica e di mercato, sottolinea Francesco Arrigoni, direttore di OPO Veneto: le preferenze dei consumatori ne sono un indicativo segnale. Si sono fatti notevoli passi sia sul fronte della prevenzione che su strategie  di intervento di difesa integrata sempre più efficienti. Le sperimentazioni in atto stanno dando risultati che fanno ulteriormente bene sperare. Il convegno del 28 marzo a Pianezze, commenta Giacomo Maccatrozzo,  tecnico di OPO Veneto, è stato organizzato per informare, aggiornare e dare puntuali indicazioni tecniche ai coltivatori di ciliegie. Sono 11 i comuni delle colline di Marostica e dintorni compresi nell'area della ciliegia Igp, che ha una potenzialità produttiva che si avvicina ai 10 mila quintali, sempre che non intervengano condizioni meteo avverse o la presenza di malattie o insetti nocivi come la Drosophila Suzukii.
Angelo Squizzato
Locandina_Drosophila_suzukii

Ciliegia di Marostica IGP, confezione monodose

Ciliegia di Marostica IGP, confezione monodose.

Ciliegia di Marostica IGP, packaging 2 kg.

Ciliegia di Marostica IGP, packaging 2 kg.

 

Condividi su

I commenti sono chiusi