Prev Next

Ambiente, ortaggi e frutta del Veneto superano brillantemente gli esami: una Ricerca della Regione

veroveneto_iconaI risultati superano le aspettative e premiano i coltivatori che negli ultimi anni si sono impegnati per produrre prodotti sani, con buone pratiche agricole, rispettando l'ambiente. Il progetto della Regione Veneto “Caratterizzazione qualitativa dei principali prodotti ortofrutticoli veneti e del loro ambiente di produzione”, realizzato in collaborazione con le Università di Padova e di Verona e con la WBA (World Biodiversità Association), conferma che l'ambiente del Veneto (suolo, aria e acqua) e i prodotti che vi sono coltivano sono sani e decisamente migliori rispetto alle tabelle medie nazionali. Tutto questo significa una garanzia certificata per i consumatori e una sicurezza e soddisfazione per i produttori. Sono stati esaminati 16 ortaggi tipici del Veneto, dei quali sono stati valutati in particolare gli “aspetti qualitativi in funzione dell'apprezzamento da parte del consumatore finale”. Inoltre sono stati analizzati i principali frutti coltivati nel Veneto. Sono state coinvolte complessivamente 200 aziende e si sono analizzati 24 prodotti in due annate. Tutti sono stati promossi con un voto sostanzialmente eccellente. In particolare, per la prima volta è stata fatta una campionatura della qualità dei prodotti orticoli veneti, mettendo in risalto la caratterizzazione di ciascuno. Tutti presentano dati migliori, in termini di salubrità, di freschezza, di aspetti nutrizionali e di gusto, di quelli indicati dalle tabelle medie nazionali. La salubrità dell'ambiente è supportata da dati scientificamente sorprendenti. Un dato per tutti: l'“indice di biodiversità” del suolo. Nel complesso ben il 69 per cento del campione delle aziende del Veneto analizzate ha raggiunto il punteggio minimo utile per garantire la sostenibilità in termini di vitalità biologica dei suoli. Stessi valori positivi emergono dall' “indice di biodiversità dell'acqua: il 73,4 per cento delle aziende esaminate raggiunge e supera la valutazione minima utile. Il progetto della regione Veneto è stato presentato al Mac Frut di Rimini da Alberto Zannol (dirigente della Regione Veneto), Michele Giannini (Veneto Agricoltura), dai professori Paolo Sambo e Flavia Guzzo (rispettivamente dell'Università di Padova e di Verona), da Gianfranco Caoduro (WBA). Hanno contribuito alla realizzazione del Progetto AOP Veneto Ortofrutta e OPO Veneto che con le loro imprese associate si sono messe a disposizione con grande convinzione e disponibilità. Il commento di Cesare Bellò, direttore di AOP Veneto Ortofrutta e consigliere delegato di OPO Veneto: “Sono dati che confermano che si è lavorato bene e che si sta lavorando bene, nel rispetto dell'ambiente e “coltivando” la biodiversità. Adesso non ci sono più sensazioni o stime soggettive, ma abbiamo dati scientifici con i quali presentarci agli operatori del settore ed ai consumatori. Possiamo dire, con sicurezza e senza timore di smentite, che i nostri ortaggi di qualità sono coltivati in ambienti di qualità e che per questo rispondono appieno ai desiderata dei nostri clienti (sicurezza alimentare, salvaguardia dell’ambiente, tipicità, gusto, nutrizione)”. Di tutto queste se ne è avuta prova proprio al Mac Frut di Rimini, nello spazio ampio e luminoso, dentro il quale si è ammirato e gustato il fiore degli ortaggi del Veneto. E' stato sicuramente uno dei luoghi più visitati e dove si è sostato di più. Per OPO Veneto, in particolare, la presenza a Rimini è stata una esperienza eccezionale, positiva sotto tutti i profili, hanno commentato il presidente Adriano Daminato e il direttore Francesco Arrigoni. Attese, dunque, soddisfatte e le premesse per un egregio lavoro. Un'altra magnifica presenza' è stata “Lusia fertile terra”, il cui stand era accanto a quello di AOP Veneto Ortofrutta e OPO Veneto. Nell'insieme un'immagine di un Veneto orticolo che fa squadra ed è fortemente impegnato sul fronte della qualità, della ricerca, dell'innovazione.
Angelo Squizzato

Alberto Zannol, Regione Veneto, introduce i lavori del meeting VeroVeneto.

VeroVeneto_Trif

La relazione di Gianfranco Caoduro, World Biodiversity Association onlus

La relazione di Gianfranco Caoduro, World Biodiversity Association onlus

Intervento dell' Università di Padova e di Verona rispettivamente con Paolo Sambo e Flavia Guzzo

Intervento dell' Università di Padova e di Verona
rispettivamente con Paolo Sambo e Flavia Guzzo

Macfrut 2015 - Il pubblico intervenuto al meeting VeroVeneto

Macfrut 2015 - Il pubblico intervenuto al meeting VeroVeneto

Macfrut 2015 - Coespositori dell'area Veneto

Macfrut 2015 - Coespositori dell'area Veneto

Coespositori dell'area Lusia - Fertile terra

Coespositori dell'area Lusia - Fertile terra

Il brindisi con Andrea Olivero, Vice Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, all'inaugurazione della kermesse Riminese

Il brindisi con Andrea Olivero, Vice Ministro delle Politiche agricole,
alimentari e forestali, all'inaugurazione della kermesse Riminese

Condividi su

I commenti sono chiusi