Prev Next

A Zero Branco da venerdì la più significativa Mostra del radicchio rosso tardivo di Treviso

2_iconaDa Venerdì 13 gennaio a Zero Branco, in provincia di Treviso, la più  significativa Mostra del radicchio tardivo di Treviso, con una importante presenza del variegato di Castelfranco. Focus in particolare sul prodotto Igp, il cui Consorzio di tutela, presieduto da Paolo Manzan, si sta muovendo con grande impegno e con risultati. Crescente il numero di adesioni. La manifestazione, che si concluderà domenica 22, cade a metà stagione del radicchio tardivo, quando già si può fare un primo bilancio dell'annata, e soprattutto coincide quest'anno con un forte gelo, una condizione che generalmente ne favorisce la bontà e gli acquisti. Commenta Paolo Zanibellato, OPO Veneto: “Il prodotto quest'anno è di grande qualità,  il gelo lo sta esaltando e i prezzi stanno dando soddisfazione. Sarà una bella mostra, con tante novità e proposte culturali e gastronomiche, tutte imperniate sul radicchio. Piatti tradizionali, ma anche nuovi, in risposta alle attese dei consumatori”. Per la rassegna si sono prenotati i più quotati produttori con le loro Associazioni; in primo piano OPO Veneto, organizzazione di produttori ortofrutticoli, presieduta da Adriano Daminato, la quale ha a Zero Branco la  sede storica e  nei radicchi il prodotto di punta. Saranno dieci giorni di eventi e di degustazioni focalizzati attorno ai radicchi Igp di Treviso e di Castelfranco, ma con essi saranno esposti altri prodotti orticoli dei quali il territorio è ricco. C'è molta attesa per il convegno in programma domenica 15 gennaio, alle 10, su come valorizzare al meglio l'ortaggio. E' molto indicativo il titolo per gli obiettivi che i promotori si sono dati: “Qui abbiamo l'unico ortaggio al mondo che matura in acqua: che cosa si deve fare per vendere di più il “Radicchio di Treviso” in Italia, in Europa e più in generale. Che cosa si sta facendo?”. Per Cesare Bellò e Francesco Arrigoni, rispettivamente consigliere delegato e  direttore di OPO Veneto, si tratta di mettere a punto strategie ed azioni vincenti, pensando a nuovi mercati in Italia e all'estero. Il radicchio va promosso  collegandolo in particolare con il territorio che gli dà valore e prestigio, del quale ricerche scientifiche hanno certificato la grande qualità, la salubrità e il rispetto dell'ambiente.
Angelo Squizzato

Area OPO Veneto nell'edizione 2016 della mostra del Radicchio.

Area OPO Veneto nell'edizione 2016 della mostra del Radicchio.

 

Entrata alla mostra di Zero Branco (TV)

Entrata alla mostra di Zero Branco (TV)

 

La presenza OPO Veneto con Francesco Arrigoni, direttore; Adriano Daminato, presidente e Sergio Tronchin, responsabile commerciale.

La presenza OPO Veneto con Francesco Arrigoni, direttore; Adriano Daminato, presidente e Sergio Tronchin, responsabile commerciale.

 

Radicchio in mostra.

Radicchio in mostra.

 

Condividi su

I commenti sono chiusi