Prev Next
funghi-veneto-2015

Più della metà dei funghi coltivati in Italia proviene dal Veneto: le coltivazioni si trovano nel Trevigiano, nel Bellunese, nel Vicentino e nel Padovano, province in cui la coltivazione di funghi cominciò negli anni Cinquanta del secolo scorso. Il primo a essere coltivato fu il prataiolo, il re dei funghi coltivati, comunemente chiamato champignon, parola francese che significa di campagna o campagnolo. Tuttora fungo più popolare e consumato, lo champignon è riconoscibile per il caratteristico colore bianco, ha poche calorie, garantisce un buon apporto di vitamine ed è ottimo nelle diete dimagranti. In Veneto si coltivano anche i Pleurotus, chiamati con il nome di sbrise, orecchioni, geloni. Molto amati sono anche i pioppini o piopparelli.

More than half the mushrooms grown in Italy come from the Veneto: the major growing areas are the provinces of Treviso, Belluno, Vicenza and Padua, where mushroom cultivation began in the 1950s. The first variety to be cultivated was the field mushroom, the king of fungi, commonly known by its French name champignon, meaning “of the countryside”. Still the most popular, this mushroom can be recognised by its characteristic white colour; it has very few calories and a high vitamin content, making it excellent in low-calorie diets. Also cultivated in the Veneto is the Pleurotus, otherwise known as the oyster mushroom. Another popular variety is the Pioppini.

  • Fungo Champignon

  • Fungo Pleurotus

  • Fungo Pioppino